La Febbre del Sabato Sera Musical

martedì 14 marzo ore 21:00

Un musical tratto da una delle pellicole più note della storia del cinema.

In occasione del 40simo anniversario della pellicola che lanciò la carriera di John Travolta, arriva sul palcoscenico “La febbre del sabato sera”, un musical tratto da una delle pellicole più note della storia del cinema, omaggio alla disco music che ha segnato gli anni Settanta del secolo scorso. Una colonna sonora eseguita dal vivo che ripropone i grandi successi che accompagnarono il film e che farà da sfondo alle vicissitudini di Tony Manero, giovane cresciuto a Brooklyn che vede nel ballo uno strumento di riscatto sociale. E un modo per conquistare il cuore della bellissima Stephanie Mangano.






Al fianco di Giuseppe Verzicco, l’affascinante Anna Foria nel ruolo della splendida Stephanie Mangano,
Giada D’Auria nei panni dell’innocente e sognante Annette, Luca Spadaro è Bobby C, il migliore amico di
Tony e parte del gruppo de I Baroni composto da Joey - Samuele Cavallo, Double J. – David Negletto e Gus
interpretato da Francesco Lappano.

Sono poi Alessandra Sarno e Gaetano Ingala ad interpretare l’autorità familiare rispettivamente nei ruoli di Flo e Frank Manero.
Le potenti voci di Gianluca Sticotti nel ruolo di DJ Monty e di Giovanna D’Angi nel ruolo di Candy faranno ballare tutti i ballerini del mitico Odyssey 2001 tra cui Alex Botta – Frank Jr., Arianna Galletti – Pauline, Monica Ruggeri – Linda Manero, e tutto il corpo di
ballo composto da Fabio Gentile, Ilaria Leone, Camilla Lucchini, Carolina Mollo, Jessica Falceri, Marco Ventrella, Eneris Veidia, Janer Veranes.

L’orchestra diretta da Massimo Carrieri (tastiera 1) è composta da otto maestri quali Stefano Damiano alla tastiera 2, Simone Rozza e Paolo Ballardini alle chitarre, Marco Campagna alla batteria, Daniele Catalucci al basso, Marcello Ronchi alla tromba, Alessio Zanovello ai Reed e Pietro Spina al trombone.

Prodotto da Lorenzo Vitali, lo spettacolo vede la regia di Claudio Insegno, attore e regista di cinema e teatro. I costumi sono di Graziella Pera, le coreografie di Valeriano Longoni.

Altri spettacoli che potrebbero piacerti