Oblivion The Human Jukebox

venerdì 31 marzo ore 21:00

Si ispirano ai Monty Python e al Quartetto Cetra, si definiscono i cialtroni più irriverenti del teatro.

Un concerto senza scaletta: a scegliere i brani sarà direttamente il pubblico. Del resto gli Oblivion hanno in repertorio tutti i più grandi artisti italiani ed internazionali: dai Ricchi e Poveri al rap, da Ligabue al gospel, da Gianni Morandi ai Queen, in uno schiacciasassi musicale che tutto trangugia, trasformando la musica in una parodia di sé stessa.

Tutto questo è “The Human Jukebox”, spettacolo che il quintetto bolognese porterà sul palcoscenico del Teatro Galleria. Il risultato è uno show che cambia ogni sera, una playlist che provoca scene di panico, isteria collettiva ma soprattutto interminabili richieste di bis.

Si ispirano ai Monty Python e al Quartetto Cetra, si definiscono i cialtroni più irriverenti del teatro e, dopo essere stati scartati da X-Factor nel 2009, hanno aperto un canale YouTube che conta più di 27mila iscritti. Attori, cantanti, mimi e musicisti, gli Oblivion sono nati a Bologna all'inizio degli anni Duemila. In rete pubblicano i loro video parodia delle più celebri canzoni italiane ed internazionale. Del gruppo fanno parte Graziana Borciani , Davide Calabrese, Francesca Folloni, Lorenzo Scuda e Fabio Vagnarelli.

Altri spettacoli che potrebbero piacerti